Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Stefano Barzan

Autore

Dove vivi (Città): Milano
Cosa fai nella vita? Il musicista
Qual era il tuo sogno da bambino? Fare il musicista, tecnico del suono e meccanico di biciclette
Una frase che ti rappresenta è: "Vivi con leggerezza"
La tua canzone in gara è: "Gualtiero dei mestieri"
In quanto autore di: Musica
Cosa ti ha spinto a scrivere una canzone per bambini? Ho un bimbo di 11 anni e da quando è nato ho capito che per loro i generi e le mode non contano; questo mi piace e mi rappresenta.
Com’è nata la tua canzone? Da una telefonata demenziale con il mio amico Francesco di Gesù (Frankie hi-nrg mc)
Quale tema ha ispirato la tua canzone e perché? Musicalmente il rhythm and blues perché ha qualcosa di primordiale e di irresistibile. È divertente parlare di un omino tuttofare su questo ritmo. Poi serviva un'atmosfera musicale brillante da contrapporre ad un momento drammatico importante...
Quale messaggio ti piacerebbe arrivasse con la tua canzone? Che il vero guadagno, quando si lavora va oltre la gratificazione economica e che è importante darsi sempre da fare per essere utili a qualcuno, senza mai scendere a compromessi inaccettabili.
Cosa significa per te partecipare alla 60ª edizione dello Zecchino d’Oro? Sentire le note di una mia melodia cantate da un bimbo allo Zecchino d'Oro nel 60° anniversario aumenta la gioia di essere parte di questo intramontabile progetto. Quando poi diventerò grande ne avrò un bel ricordo :-)
C'è una canzone dello Zecchino d'Oro alla quale sei legato? "Volevo un gatto nero", "Il caffè della Peppina" e, in tempi moderni, "L'Orsacchiotto dall'oblò"
Un incoraggiamento per i piccoli interpreti: Rimanete sempre piccoli se volete sempre crescere!

Le sue canzoni