Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Pubblicato il: 13 aprile 2018

Capricciata

Il brano, la “Capricciata” di Adriano Banchieri, è stato presentato nella sua versione per voci bianche dal Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni durante la terza tournée in Cina nel dicembre 2017.

La composizione nasce dalla creatività musicale del grande compositore bolognese Adriano Banchieri, monaco Olivetano vissuto tra il 1500 ed il 1600 nel capoluogo emiliano e autore di numerose opere sacre che profane.

Nell’elaborazione curata dal M° Siro Merlo, i bambini entrano in contatto con musiche e sonorità per loro molto distanti e possono viaggiare attraverso la storia dell’arte classica italiana.

Proprio per questo, il brano è stato presentato al pubblico cinese con una messa in scena particolare che ricorda una vera e propria corte Rinascimentale, come quelle di quel periodo storico tra il Rinascimento ed il Barocco in cui il brano fu composto.

Il rinascimento nello Zecchino d’Oro

Il ricco e variegato repertorio dello Zecchino d’Oro degli ultimi anni regala poi un’occasione unica per legare la “Capricciata” ad un brano che per sonorità e periodo storico narrato gli si avvicina molto: “Quel secchione di Leonardo” tratto dal 56° Zecchino d’Oro.

La creatività di Leonardo da Vinci,  inventore, scultore, pittore e anche musicista può essere così presentata in musica ai bambini di tutto il mondo mentre, ancora piccolo, cerca di far capire alla mamma l’importanza di dover esprimere tutto il proprio talento, con un po’ di testardaggine ma tanto, tanto affetto!

L’esibizione live del Piccolo Coro di questo brano è stata ripresa durante uno dei concerti presso lo Shanghai Children’s Art Theatre tra il 30 dicembre 2017 ed il 2 gennaio 2018.

share
Condividi