Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

La selezione delle canzoni

Dal Valzer del Moscerino, a Hip Hop Ippopotamo fino al Blues del Manichino e a Bambù balla, lo Zecchino d’Oro è cambiato negli anni, facendo della manifestazione una gara musicale sempre al passo con i tempi, proprio grazie alla creatività di autori e parolieri. Molti i cantautori italiani che nell’arco della storia dello Zecchino d’Oro hanno proposto canzoni divenute poi noti successi: da Lucio Dalla con Nonni Nonni, a Fabio Concato con L’Ocona Sgangherona, a Mogol con Bianco con il giallo, a  Frankie Hi Energy con Zombie Vegetariano, a Lelio Luttazzi con La Vera Storia di Noè, solo per citarne alcuni.

L’importanza che le canzoni, da un punto di vista musicale ma anche e soprattutto contenutistico, rivestono per lo Zecchino d’Oro è ben espressa dalla particolare modalità che l’Antoniano ha scelto per la selezione dei brani: il Bando Autori viene lanciato ogni anno alla fine dell’edizione precedente e l’invito è rivolto a tutti. Il concorso prevede un regolamento scaricabile dal sito da metà novembre e l’invio della canzone attraverso un apposito form on line entro il mese di gennaio.

Ogni anno arrivano quasi 500 proposte che vengono sottoposte ad una prima scrematura da parte dei professionisti che operano all’interno dei vari settori dell’Antoniano: dalla produzione musicale e televisiva, alla scuola del Piccolo Coro, ai vari servizi dedicati alle persone in difficoltà o con fragilità. 

Una seconda fase è rappresentata da un dibattito allargato con la convocazione di esperti provenienti dal mondo dell’informazione, della cultura, dell’educazione e della musica. A tutti i giurati viene chiesto di ascoltare i brani e leggere i testi per valutarne musicalità e tipologia di contenuti tenendo presente il pubblico di riferimento: quello dei bambini di oggi sempre più esigenti ma ai quali è sempre più importante veicolare messaggi e valori positivi anche attraverso la musica. 

Elemento importante in questo lavoro di selezione è la trasparenza: i nomi dei vari autori e musicisti non sono noti alla giuria al momento del giudizio per non condizionarne in alcun modo la valutazione e i l’andamento dei lavori è comunicato passo passo attraverso il web.

Dopo aver consultato il regolamento del bando in ogni suo dettaglio si potrà dunque inviare il brano dal proprio PC attraverso il modulo compilabile online:  ricordiamo che la canzone deve essere originale ed inedita e può essere in lingua italiana o in lingua straniera.

Per maggiori informazioni o richieste di chiarimento scrivere a: bandoautori@antoniano.it

È possibile scaricare di seguito il regolamento con tutti i termini e le indicazioni per partecipare alla selezione dei brani per il 61° Zecchino d’Oro.

Per inviare la propria canzone basta cliccare su “Invia la tua canzone” e compilare il modulo online!