Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Maria Rita Ferrara

Autore

Sono nata ad Altavilla Milicia, in provincia di Palermo, ma vivo a Bologna e nella vita faccio la mamma, la lavoratrice e la musicista. Suono il pianoforte dall'età di sette anni e vorrei tanto "vivere per suonare" piuttosto che "suonare per vivere".
Lo Zecchino per me è stato lo sfondo musicale di tutta la mia vita, un'esperienza iniziata con una serie di insuccessi. Avevo il pallino della musica ancor prima di saper parlare. La mia prima parola in effetti non è stata 'mamma' o 'papà', ma 'canga': significava 'canta' ed era la richiesta di accendere la radio. Mia madre mi accontentava e stavo buona buona! Quando ho scoperto che il concorso dello Zecchino d'Oro era pubblico, ho pensato di partecipare: ho inviato un provino per la prima volta nel 2002, mi pare, ma non è stata preso in considerazione, poi altri nel 2008 e 2009. Ho continuato: mi piaceva realizzare i provini più come un ricordo da conservare per noi, che per altro. Nel 2010, ho fatto un altro tentativo con un brano che è entrato nella rosa delle canzoni preselezionate. Era 'Prova a Sorridere'. Questo mi ha incoraggiato e l'ho riproposta nel 2011: per fortuna, perché ha vinto la selezione partecipando, come si sa, al 54° Zecchino d'Oro. È stata una grande gratificazione, tanto più che la canzone racconta un episodio reale della vita di mia figlia. Che bello vederlo raccontato a tutti, e poi da quelle vocine meravigliose!

Le sue canzoni