Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Chiccolino di caffè

Descrizione

Questa canzone narra la storia di un bimbo e di un chicco di caffè che, dopo essere caduto dalla pianta, cercava di scappare: è una vera fortuna per quel povero chicco essere raccolto da quel bambino, altrimenti sarebbe stato sicuramente preso e spedito in Brasile oppure sarebbe finito tostato e macinato nella tazza del marajà! Invece, così, sarà il bambino ad accompagnarlo in Brasile... ma da semplici turisti!

Testo

Da una pianta di nero caffè
Un cosino piccino scappò,
Lo rincorsi, lo presi e gli dissi:
«Non fuggire, ma resta con me...»

Chiccolino, chiccolino di caffè,
Non andare nel Brasile, sai perché?
Se ti vede un piantatore a Santa Fè
Ti confonde con un chicco e pianta te.

Chiccolino, chiccolino di mammà,
Se ti vede per la strada un marajà
Ti confonde per un chicco e sai che fa?
Ti spedisce nel Brasile là per là.

Attento chiccolino!
Sarebbe una sventura
Trovarsi trapiantato,
Da grande poi tostato,
Tostato e macinato,
Ben bene zuccherato
E degustato alfin dal marajà...

Chiccolino, chiccolino di caffè,
Non scappare ma rimani qui con me,
Da turista io ti porto a Santa Fè
A vedere un vero chicco di caffè.

Attento chiccolino!
Sarebbe una sventura
Trovarsi trapiantato,
Da grande poi tostato,
Tostato e macinato,
Ben bene zuccherato
E degustato alfin dal marajà...

Chiccolino, chiccolino di caffè,
Non scappare ma rimani qui con me,
Da turista io ti porto a Santa Fè
A vedere un vero chicco di caffè.
A vedere un vero chicco di caffè.

leggi tutto
info_outline
Interprete / Giuliano Amendola
Testo / Tony Martucci
share
Condividi