Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Il presepe di stagnola

Descrizione

Una canzone in tema natalizio ci porta nella casa di una bambina che, non per gola (dice lei!) ma per bisogno mangia molta cioccolata. Volete sapere perché? Accanto al presepe di casa, fatto dai suoi genitori, lei ne ha costruito uno tutto suo in cui personaggi, capanna, cielo e stelle, tutto è fatto della stagnola del cioccolato! E se manca Gesù Bambino... basta mangiare un ultimo cioccolatino, magari con la carta dorata!

Testo

La mamma ed il papà han fatto per me
Un Presepe colorato, illuminato
Ma il Presepe veramente mio
È quello che ho fatto io...

È un Presepe di stagnola rimediato
Mangiando del cioccolato.
Di stagnola ho fatto il cielo con le stelle
E pure le pecorelle.
Di stagnola la capanna con Giuseppe e con Maria
E i Re Magi che gli fanno compagnia.

È un Presepe un po' ammaccato e traballante
Però tutto scintillante.
Di stagnola ho fatto pure la cometa
Che in cielo risplende lieta.
Tutto, tutto di stagnola, anche il bue e l'asinello
Ma ho potuto fare solo un pastorello.

La stagnola è già finita
Ci vuole ancora un po' di cioccolata:
Non lo faccio, no, per gola
Mi serve solo il foglio di stagnola.

È finita all'improvviso la mia scorta
E non me ne sono accorta;
Se qualcuno non mi dà un cioccolatino
Mi manca Gesù Bambino.
E a che serve il mio Presepe, anche se mi sembra bello,
Se tra gli angeli non nasce il Bambinello?

La mia mamma e il mio papà mi han regalato
Un pezzo di cioccolato.
Lo confesso, l'ho mangiato; ma ho finito il mio lavoro.
Nel Presepe c'è un Bambino tutto d'oro!
Tutto d'oro!

leggi tutto
info_outline
Interprete / Renata Bignardi
Musica / Sandro Tuminelli
share
Condividi