Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Uccellino dell'azzurro

Titolo originale: Pajarillo, pajarillo (Argentina)

Descrizione

Che fortuna aver trovato in tempo quest'uccellino ferito... il cuore batte forte forte di spavento, sarà necessario prendersene cura. E così trova rifugio nella sua gabbia nuova preparata con amore, dove sembra guarire molto in fretta. La tristezza, però, non lo abbandona... vorrà forse volare libero nel cielo azzurro? E allora addio, giovane amico, ma "tu di me non ti scordare"!

Testo

È stata proprio una combinazione
Di uscire dalla stanza sul balcone:
Vi si è posato adesso un uccellino...
Ma chi l'avrà ferito, poverino?
Io subito mi chino piano piano
E prendo l'uccellino nella mano.
Gli parlo con dolcezza, eppure sento
Che il cuoricino batte di spavento.

Uccellino dell'azzurro
Hai tanta voglia di scappare.
Tu però di me ti puoi fidare
E allora lasciati curare...
Uccellino dell'azzurro
Negli occhi che malinconia!
Ma vedrai, tu presto guarirai,
Se io ti faccio compagnia.

Interludio

Cierto pajarillo una mañana
Herido fue a caer a mi ventana
Yo me compadecì del pajarillo
Le dì el calor que le faltaba.
Lo puse en una jaula primorosa
Lo cuide con afàn de noche y dìa
Al ver que el pajarillo asì sufrìa
Le dì la libertad que me pedìa.

Pajarillo, pajarillo
Que vuelas por el mundo entero
Llévale esta carta a mi adorada
Y dile que por ella muero.
Pajarillo, pajarillo
Que vuelas por el mundo entero
Llévale esta carta a mi adorada
Y dile que por ella muero.

Interludio

In una bella gabbia che ho comprato
Il mio piccolo amico è sistemato.
Gli do sempre da bere e da mangiare,
Ma lui non vuol saperne di cantare.
Intanto sta guarendo molto in fretta
E un giorno gli spalanco la gabbietta,
Però un po' triste adesso sono io:
Lo prendo in mano e poi gli dico addio...

Uccellino dell'azzurro,
Hai tanta voglia di scappare.
Tu però di me non ti scordare!
Se vuoi, puoi sempre ritornare...
Uccellino dell'azzurro,
Va' libero che puoi volare
E nel mondo intero puoi cantare
La gioia della libertà...
La gioia della libertà...

leggi tutto
info_outline
share
Condividi