Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Vento venticello

Titolo originale: Ti leti veterok (Unione Sovietica)

Testo

Vento venticello ffo-ffo-ffon
Vola sopra Mosca e sopra il Don

Su Popof
Cosacof
Che restava sempre indietro
Pur nella canzon...

Barabin-barabon
Russa in russo e fa «ron ron»
Non lo svegliano i cannon...!

Venticello vola e va...
Porta amore a chi non l'ha...
Va nei campi, su fiumi e città...
Vola, vola, vola e poi
Porta ai bimbi come noi
Il saluto più bello che puoi...!

Interludio

Vento venticello ffo-ffo-ffai
Vola sopra Londra a dir «good bye!»

Da John-John
Washington
E invece di studiare
Canta la canzon...

Barabin-barabon
Grattacieli e torpedon
Fort Apache con i cannon...!

Venticello vola e va...
Porta amore a chi non l'ha...
Va nei campi, su fiumi e città...
Vola, vola, vola e poi
Porta ai bimbi come noi
Il saluto più bello che puoi...!

Interludio

Vento venticello ffo-ffo-ffon
L'Africa percorri a dir «Shalom!»

Resta lì
Con Alì
Metti il fresco nel deserto,
Spiegati così:

Barabin-barabel
Tutti in groppa al cammel
Tutti insieme è così bel...!

Ti leti veterok
Cieries tisieciu daròg
Cieries vies naasc svietlii crai...
Ti leti veterok
Cieries tisieciu daròg
Cieries vies naasc svietlii crai...

Interludio

Vento venticello ffo-ffo-ffin
Va a salutare i cinesin
«Furgoncin»
Che cià un «ciao»
Glande capo dei tlaspolti
Fa con lui «cin-cin!»

Barabin-barabin
Per russare fan «rin-rin»
Fin da quando son piccin...!

Ti leti veterok
Cieries tisieciu daròg
Cieries vies naasc svietlii crai...

Vola, vola, vola e poi
Porta ai bimbi come noi
Il saluto più bello che puoi......!!!

leggi tutto
info_outline
Interprete / Eduard Rubin
Testo / A. Prishelets
Traduzione / Vito Pallavicini
Musica / V. Loktev
share
Condividi