Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Pubblicato il: 16 aprile 2018

I progetti educativi dello Zecchino d'Oro.
"Una parola magica: Grazie"

I progetti educativi dello Zecchino d'Oro.<br>

Il brano che ha vinto la sessantesima edizione dello Zecchino d’Oro, ha ispirato questo progetto che applica gli spunti offerti dalla canzone per rendere stimolanti e produttive le attività dei bambini.

Le canzoni del 60° Zecchino d’Oro si vestono di nuovo e diventano una serie di progetti educativi.

Le canzoni dello Zecchino d’Oro vengono scelte facendo molta attenzione alle tematiche che affrontano, da cui spesso gli adulti possono prendere spunto per spiegare ai bambini questioni importanti o per animare le loro attività: i quattro progetti educativi proposti da Silvia Corradini e scaricabili in questa sezione si propongono di stimolare la fantasia e il ragionamento attraverso giochi e laboratori di gruppo. Le attività proposte spaziano tra giochi, lavoretti manuali, rappresentazioni teatrali e tanto altro: genitori, animatori o educatori possono prendere ispirazione da questi progetti per organizzare una festa, un periodo ricreativo, ma anche semplicemente un pomeriggio in compagnia adattando le idee all’età e ai gusti dei bimbi.

Progetti Educativi dello Zecchino d’Oro > “Una Parola Magica”

“Una parola magica”

Si parte da una semplice parola “GRAZIE“. Questa “parola magica”, infatti, non è solo una dimostrazione di educazione e cortesia, ma un vero e proprio approccio alla quotidianità. Attraverso divertenti giochi e attività di gruppo i bambini hanno la possibilità, a scuola come in famiglia, di toccare con mano l’importanza della gratitudine. L’obiettivo è quello di fornire ai bambini la consapevolezza di ciò di cui dobbiamo essere grati, e gli strumenti per valutare ogni situazione.

Questo metodo, oltre a rendere i bimbi più consapevoli, li stimola a esercitare la fantasia e il ragionamento attraverso la creazione di storie  e vicende. Il sentimento di gratitudine si può manifestare, oltre che tra persone, anche in circostanze diverse. Si può essere grati di aver vissuto un’esperienza, a qualcuno che ci ha insegnato qualcosa, oppure anche a noi stessi! Sono infatti innumerevoli le situazioni in cui possiamo trovarci a dire “Grazie” e possiamo immaginarcene sempre di nuove!   

Il progetto, oltre che ai più piccoli, si rivolge anche a genitori e insegnanti che possono guidare il gioco partecipandovi attivamente. 

Progetto a cura di Silvia Corradini

Silvia Corradini è nata a Parma nel 1978. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, attualmente insegna in un liceo della sua città. Ha lavorato in Europa e nel Nord America. Dopo un’esperienza decennale in una multinazionale farmaceutica, ha scelto di dedicarsi alla realizzazione di progetti didattici per l’infanzia.
Si avvicina alla musica fin da bambina, partecipa alle selezioni dello Zecchino d’Oro e in seguito presta la sua voce come solista in diversi progetti delle Edizioni Paoline. Nella sua vita ha studiato pianoforte e ottenuto la Licenza di Teoria, Solfeggio e Dettato Musicale. È autrice di testi e canzoni per bambini in italiano e in inglese. È mamma di Giovanni, per lei fonte di grande ispirazione.
Tra i suoi lavori: Happy English, l’inglese per i più piccoli (Paoline Audiovisivi, 2016), Happy English 2, l’inglese per i più piccoli (Paoline Audiovisivi, 2017), La fattoria (Paoline Audiovisivi, 2017), e Grazie scusa per favore (Paoline Audiovisivi, 2018).

Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
Una parola magica - 60° Zecchino d'Oro
share
Condividi