Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Pubblicato il: 14 gennaio 2021

Il concerto di Capodanno 2021
del Coro dell'Antoniano

A causa dell’emergenza in corso, il Coro dell’Antoniano quest’anno è stato costretto a rinunciare alla tradizionale tournée che lo vede da 5 anni protagonista in Cina. Grazie a una speciale tecnologia, però, in qualche modo è stato presente: ha potuto esibirsi infatti con una proiezione olografica durante 7 concerti speciali in programma al Children’s Art Theatre di Shanghai tra il 31 dicembre 2020 e il 3 gennaio 2021.

Lo spettacolo ha previsto un totale di 19 brani divisi in 2 tempi, per un totale di quasi 2 ore di spettacolo: i brani sono stati interpretati dal Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni e in particolare 4 sono stati eseguiti in proiezione olografica per chiudere in modo spettacolare questi concerti. Alcuni brani hanno visto anche la partecipazione dei bambini del Coro “Hydrangea” di Shanghai.
A dimostrazione dell’amore che lega il pubblico cinese al Coro dell’Antoniano e della forza della musica, capace di annullare ogni distanza, i primi 3000 biglietti del concerto, messi a disposizione online, sono andati esauriti in 100 secondi.

Tra i brani interpretati dai bimbi: alcuni grandi successi delle ultime edizioni dello Zecchino d’Oro, come “Il pescecane (solo un ciao)”, “Zombie Vegetariano”, la sigla “Lo Zecchino siamo noi” e  “Forza Gesù”, il brano che ha reso celebre il Coro dell’Antoniano in Cina. In conclusione anche “We are the World” e la versione in lingua cinese di “Listen to me, thank you”

Il concerto del Coro dell’Antoniano è stato pubblicato in una versione per YouTube sul canale ufficiale dello Zecchino d’Oro il primo gennaio del 2021 e sulla piattaforma cinese Youku.

 

share
Condividi