Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Le mie tasche

Descrizione

Le tasche dei pantaloni dei bambini sono sempre piene di qualsiasi cosa, lo sanno bene le mamme che devono lavarli. Qualsiasi cosa si possa cercare, sta lì: un'agenda, dello spago, dei sassi, le figurine, un bottone staccato da chissà dove... tutto quello che serve, insomma, per fare il 'mestiere' di bambino e magari inventarsi un gioco con quel poco che si ha.

Testo

Le tasche dei ragazzi sono ancor da brevettar,
Son pozzi senza fondo dove tutto puoi trovar...
Se qualcuno non lo sa
Gliele posso qui vuotar.

Nelle tasche mie che c'è?
Ora faccio l'inventario:
Un'agenda calendario
Che ha tre anni più di me.

Nelle tasche mie che c'è?
Spago, sassi, figurine,
Tre palline ed un bottone,
Un francobollo del Giappon...

E poi non basta ancor
Perché... perché...
Completa il mio bazar
Vediamo un po'...

Nelle tasche mie che c'è?
C'è una cosa, un fazzoletto;
Questo proprio non lo so:
Ci sta per fare confusion!

E poi non basta ancor
Perché... perché...
Completa il mio bazar
Vediamo un po'...

Nelle tasche mie che c'è?
C'è una cosa, un fazzoletto;
Questo proprio non lo so:
Ci sta per fare confusion!

Nelle tasche mie che c'è?
Nelle tasche mie che c'è?
Gli arnesi del mestier...!

leggi tutto
info_outline
Interprete / Carlo Ventosi
Testo / A. Castellani
Musica / Edgardo Latini
share
Condividi