Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Filastrocche

Titolo originale: Cnibahorku (Ucraina)

Descrizione

È la storia di una bimba a cui il nonno ha insegnato mille filastrocche. Lei le ha imparate, ma adesso, o se le scorda, oppure fa confusione mischiandole le une con le altre. Parla di un semaforo verde, giallo e rosso a più non posso con due gobbe, ma forse si confonde con la storia del cammello. Sa una tiritera di una papera che stava gaia in mezzo all'aia, mentre tre civette parlavano d'amore, ma forse si sbaglia con la figlia del dottore. Sa una cantilena dove c'è un geometra che fa bei disegni per la strada con la spada e urla forte che c'era un bel castello, ma forse si confonde con marcodirondello. Anche se sbaglia sembra una storia nuova ad ogni ora, e quindi possiamo cantare e sorridere.

Testo

So una filastrocca sciocca, parla di un semaforo,
Diventava verde, giallo, rosso a più non posso.
Con due gobbe lui era proprio bello,
Forse mi confondo con la storia del cammello...
So una tiritera intera, parla di una papera
Che saltava tutta allegra e gaia in mezzo all'aia
Tre civette le parlavano d'amore,
Forse io mi sbaglio con la figlia del dottore...

Di filastrocche ne so cento,
Le raccontava sempre il nonno però,
Io me le scordo in un momento,
Poi faccio una gran confusione, lo so,
Ma di cantarle son contenta, non smetterò, ripeterò...
Filastrocche!

Uh! Filastrocche, anche se sbaglia ancora
Ci sembrerà una storia nuova ad ogni ora.
Uh! Filastrocche, cantiamole per gioco
E sorridiamo perché sbaglierà fra poco.
Tre civette che ci parlano d'amore,
Mi sono già sbagliata con la figlia del dottore.
Filastrocche, filastrocche oh...oh...

Snaiu ia spivanku garnu, pro chudovui krai vonà
Ale zaras zaspivaiu pro smishivuh zviriàtok ia
Pro slona i pro zopachku, pro zelenogo konià
Pro kotà i chervonù kachku oi vesela piscia zià

So una cantilena piena dove c'è un geometra
Fa dei bei disegni per la strada con la spada,
Urla forte che c'era un bel castello,
Forse mi confondo con il marcondirondello.

Di filastrocche ne so cento,
Le raccontava sempre il nonno però,
Io me le scordo in un momento,
Poi faccio una gran confusione, lo so,
Ma di cantarle son contenta, non smetterò, ripeterò...
Filastrocche!

Uh! Filastrocche, anche se sbaglia ancora
Ci sembrerà una storia nuova ad ogni ora.
Uh! Filastrocche, cantiamole per gioco
E sorridiamo perché sbaglierà fra poco.

Tre civette che ci parlano d'amore,
Mi sono già sbagliata con la figlia del...
Filastrocche, filastrocche io le canterò per voi!
BUM!

leggi tutto
info_outline
Interprete / Khrystyna Tkačuk
Testo / Shaimakian
Traduzione / Gabriele Baldoni
Musica / Shaimakian
share
Condividi